Federico Aureli ha vissuto in una famiglia in cui tutti adoravano il buon cibo. Sua mamma cucinava molto bene, talmente tanto da riuscire a soddisfare al meglio le richieste del padre, davvero molto esigente. Il nonno preparava zuppe di pesce dal sapore incredibile, tanto che Federico cercava di andare a pranzo da lui quanto più spesso possibile. Senza dimenticare poi la zia, che era una ristoratrice e dalla quale Federico ha infatti imparato molte ricette tradizionali. Crescendo in una famiglia di questa tipologia, Federico non poteva di certo non amare la cucina. Preferiva però mangiare anziché stare tra i fornelli e di sicuro non aveva delle ambizioni culinarie importanti.

Questo fino a quando Federico non si rese conto che se non avesse cambiato il suo approccio alla cucina e se non fosse andato alla ricerca di qualche nuova ricetta, si sarebbe trovato costretto a mangiare frittata tutti i giorni. Alle volte la vita ci offre queste strane opportunità, costringendoci a portare avanti delle attività a cui non avremmo mai pensato e per le quali non credevamo neanche di essere portati, e mettendoci davanti al proprio talento, che dopo essere stato nascosto per anni si mostra in tutto il suo splendore. Proprio questo ha scoperto Federico, un talento innato, la capacità di replicare infatti anche le ricette più complesse senza alcun tipo di problema. Non solo, tra i fornelli Federico ha anche scoperto la creatività, la capacità di dare vita a ricette del tutto nuove, originali, che sanno stupire. Si è sentito appagato, sotto tutti i possibili punti di vista, scoprendo che non si tratta solo di talento e capacità, ma anche di una vera e propria passione.

Da quel momento Federico ha compreso che non avrebbe più lasciato i suoi amati fornelli e ha migliorato la sua tecnica e le sue ricette, anche ovviamente grazie allo studio dei libri di cucina, ai molti programmi televisivi, alla sua intensa curiosità. Nel 2012 decide poi di partecipare al concorso “Visto che sfida” organizzato da alcuni importanti nomi del settore alimentare, Calvè, Knorr e Lipton. Mai avrebbe pensato di poter vincere. Lui infatti puntava al terzo premio, un robot da cucina che da tempo avrebbe voluto acquistare. Immaginate la sua sorpresa quando ha scoperto di aver vinto il contest! Immaginate quanto si possa essere sentito confuso quando ha capito che a quel punto avrebbe dovuto sfidare niente meno che la famosa foodblogger Sandra Salerno, del blog Tocco di Zenzero! Scegliere la ricetta più adatta per questa sfida non è stato di certo semplice, ma quella è stata la ricetta che gli ha concesso di sconfiggere la Salerno e che è stata poi pubblicata sulla confezione del dado Knorr, il cous cous di mare con filetto di orata in salsa cubana.

È stata proprio Sandra Salerno a consigliare a Federico Aureli di aprire un blog, consapevole che una persona di talento come lui avrebbe potuto donare davvero molto al popolo del web. Federico ha ovviamente seguito questo consiglio e ha dato vita al blog Un Cuoco Per Casa, dove ha iniziato a scrivere le sue ricette e a mostrare ai suoi lettori come impiegare bene una vaporiera o un roner. Il blog è stato un vero successo e nel giro di poco tempo Federico è stato considerato come un foodblogger a tutti gli effetti. Questo spazio virtuale ha concesso a Federico Aureli di concretizzare la sua passione, di far circolare il suo nome in modo intenso, di ricevere commenti, critiche, giudizi.

Non solo, il blog ha permesso a Federico di raccontare al mondo il suo personale modo di concepire la cucina, una cucina che presta una grande attenzione alla scelta degli ingredienti. Federico infatti vuole trattare solo ingredienti freschi, genuini, e vuole seguire quanto più possibile la stagionalità, per fare in modo che la materia prima non venga mai snaturata, ma anzi rispettata al cento per cento. Non solo ingredienti, ma anche emozioni. Sì, perché per Federico Aureli la cucina è un modo per comunicare con gli altri, perché gli ingredienti aiutano a trasmettere i valori più importanti, a dimostrare ogni possibile stato d’animo, a far capire al meglio ogni emozione umana. Federico coniuga tradizione e innovazione, in modo da rispettare ingredienti e ricette antiche, ma trasformandole secondo il gusto contemporaneo e riuscendo a far sì che ogni piatto possa essere considerato come un’esperienza multisensoriale dove il gusto ovviamente diventa il protagonista, ma dove anche l’olfatto ha la sua importanza, senza dimenticare la vista che con impiattamenti ad arte, giochi di forme, abbinamenti di colori, spesso anche stravaganti, viene colpita in modo davvero intenso, vitale, energico.

Per molte persone il ruolo di foodblogger è un mestiere a tutti gli effetti, ma Federico Aureli non ha mai pensato di restare ancorato a questo ruolo, lontano dai suoi amati fornelli. Il blog è stato il trampolino di lancio infatti di una carriera come chef, in prima persona dietro ai fornelli di molte interessanti cucine professionali, una passione insomma trasformata in una carriera come cuoco. Ha lavorato, giusto per nominare alcuni tra i ruoli più interessanti, a Roma come chef del ristorante Evergreen, dello ZeroGradi e del Pinturicchio40. Ha inoltre vinto il premio della critica dello chef Carmine Calò del Borsari 36 di Verona e del Salviatino di Firenze ed è stato insignito da Ponti del riconoscimento chef più appassionato. E adesso, che cosa fa Federico Aureli? Lo chef non è più in Italia. Lavora infatti dal marzo del 2017 in Repubblica Dominicana. Ha lavorato fino al settembre del 2018 come chef esecutivo del ristorante Trocadero mentre adesso gestisce ben due ristoranti presso il Resort Grand Palladium Punta Cana, un ristorante di specialità italiane e una stesi house. Federico Aureli è uno chef che ha ormai insomma un lungo curriculum alle spalle, fatto di esperienza, competenza, professionalità, uno chef che è sempre in continuo movimento e in trasformazione e che sta vivendo una carriera di grandi successi.

Coloro che fossero interessati a scoprire di più su Federico Aureli, sulle sue esperienze lavorative e sui concorsi che ha vinto, possono navigare sulla sua pagina Linkedin al link https://www.linkedin.com/in/federico-aureli-chef.