Mise En Place è un progetto a cura di Joe Bastianich e Chiara Mosti che portano l’arte e la cucina a incontrarsi a fin di bene. L’iniziativa infatti vede la produzione di una serie di magliette disegnate con colori e ingredienti della buona cucina, vendute per finanziare l’associazione  Mani Tese, a cui va il ricavato della nuova linea di t-shirt esclusive in serie limitata.

Molti i personaggi dell’alta cucina italiana coinvolti da Bastianich, che attorno al progetto ha fatto convergere importanti nomi come Antonino Cannavacciuolo; Moreno Cedroni; Carlo Cracco; Enrico Crippa; Gennaro Esposito; Gualtiero Marchesi; Norbert Niederkofler; Davide Oldani; Italo Bassi e Riccardo Monco per Enoteca Pinchiorri; Niko Romito; Davide Scabin; Viviana Varese. Una schiera di chef stellati al servizio del sociale e impegnati in un lungo itinerario nella penisola italiana, con partenza dalla Toscana, patria d’origine di Chiara Mosti, la fashion designer che assieme a Bastianich ha messo in piedi l’iniziativa.

Le tshirt non sono economiche, visto il prezzo di partenza di cento euro ciascuna, ma come già menzionato il tutto viene riportato a una associazione onlus; assieme alle magliette inoltre è possibile comprare un’opera d’arte con cornici artigianali autografate dagli Chef.

Con il ricavato delle vendite, Mani tese farà partire una iniziativa volta a migliorare le condizioni alimentari nello stato africano del Burkina Faso.

Dalle parole di Joe Bastinaich si può capire l’entusiasmo che questo progetto ha scatenato:

“Grazie alla creatività di Chiara è stato spontaneo pensare ad una linea di T-shirt che li esaltasse come opere d’arte da indossare. Sono orgoglioso di aver trovato tanto sostegno dai nostri compagni di viaggio, 12 Chef riconosciuti a livello mondiale, senza di loro non sarebbe stato possibile realizzare Mise En Place”.